Parte il progetto B.R.A.C.T. 2018

Le Brevi Residenze Artistiche di Comunità e Territorio,partite sull’Isola d’Elba nel 2017 si espandono in 4 luoghi di residenza con 54 settimane di attività complessive.

Dopo il successo della prima edizione – una sperimentazione abbracciata con entusiasmo da pubblico e partecipanti – B.R.A.C.T. consolida ed esporta il format, coinvolgendo nuove realtà, territori e comunità. Per il 2018 B.R.A.C.T. lancia un nuovo bando con 54 settimane di residenze (379 giorni complessivi) aperte ad artisti, o a gruppi di artisti, operanti nel campo delle arti visive e performative.

Se ci fosse un artista vicino di casa si vivrebbe meglio?

Può l’arte essere stimolo generativo per un territorio?

Possiamo intercettare i bisogni degli artisti e metterli a sistema dentro un progetto di comunità co-progettato?

Arte, comunità e territorio sono i tre pilastri da cui nasce B.R.A.C.T., Breve Residenza Artistica di Comunità e Territorio, il progetto sviluppato da Enrico Gentina a Rio Marina nel 2017 per Vedogiovane e Municipale Teatro per intercettare le esigenze di rinnovamento delle Suore Salesiane, custodi de L’Elba del Vicino, una casa accogliente che si dedica al turismo emozionale ed educativo nel cuore del piccolo paese ai piedi della miniera del Bacino dell’Elba.

Nosotti – Menegatti, partecipanti 2017

La volontà di progettare un intervento capace di fondere il bisogno di costruire nuove relazioni tra generazioni, la necessità di includere i giovani nell’ideazione e programmazione della vita pubblica e culturale, e l’esigenza di valorizzare il territorio elbano nelle sue peculiarità storiche e naturali porta alla creazione di un processo laboratoriale aperto.

Obiettivo? Coinvolgere il territorio in una progettazione attiva e partecipata, iniziando un processo di community development e incrementando il potenziale offerto dall’accoglienza dei turisti, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista di una salutare contaminazione di conoscenze, emozioni, sentimenti, competenze che essa comporta.

Come? Attraverso l’arte, nella convinzione che sia uno strumento privilegiato di attivazione del territorio.

La comunità sceglie l’arte, la accoglie e da questa si fa coinvolgere. Grazie al supporto di una struttura ricettiva e di animazione, per una settimana un artista, o un gruppo di artisti, vive e lavora con il territorio e la comunità, stimolando reazioni e relazioni, valorizzando capacità creative e differenze generazionali.

A fine settimana gli artisti presentano il lavoro svolto, restituendolo così a chi è stato testimone o partecipante attivo del processo creativo attraverso uno spettacolo, un concerto, un dibattito, una mostra o un’opera d’arte.

Sembra un sogno, ma è ciò che B.R.A.C.T. ha realizzato nel 2017 sull’Isola d’Elba, con 18 settimane di residenze artistiche e 45 artisti coinvolti tra cui Guido Catalano, Stefano Ogliari Badessi e Federico Sirianni, più tanti altri.

Stefano Ogliari Badessi, partecipante 2017

Il concorso valorizza e promuove giovani realtà orientate alla ricerca e alla sperimentazione di linguaggi creativi, offrendo ai vincitori la possibilità di trascorrere un breve periodo di lavoro in un luogo ricco di storia, arte e cultura, in contatto con le comunità curiose e aperte dei luoghi ospitanti: L’Elba del Vicino, una casa che coinvolge comunità e turisti di Rio Marina con proposte attente alla formazione di giovani, giovanissimi e non solo, e Canapai, un campeggio immerso nel bosco di Ortano, attento alla fruizione sostenibile del patrimonio locale all’Isola d’Elba; il Wood di Arona, un luogo in rinascita riferimento per famiglie e giovani genitori sulle sponde del Lago Maggiore; l’Agape di Prali, uno spazio di incontro, confronto e formazione per i giovani di tutta Italia tra le Alpi Piemontesi.

Dopo una prima selezione effettuata da una giuria di esperti, i vincitori saranno definitivamente individuati dalle stesse comunità che ospiteranno gli artisti. Un form online distribuito sul territorio permetterà di raccogliere i dati necessari a pianificare una stagione d’artista espressione di differenti linguaggi artistici, voce di artisti di diversa provenienza, che risponda ai reali interessi delle comunità coinvolte.

B.R.A.C.T. è un progetto di innovazione, inclusione, condivisione e scambio che intreccia lo sviluppo della comunità, la promozione del territorio e la valorizzazione della produzione artistica in Italia, attraverso la partecipazione attiva degli abitanti del luogo e dei turisti al processo creativo dell’artista, nello spirito di una arricchente contaminazione reciproca.

Vuoi saperne di più? Vai su www.bract.it